IL MANDORLO

Beato Rosaz
Giovanni Paolo II
Nasce nel 1856 con il nome di " Ritiro delle povere figlie di Maria.

Il desidero del fondatore Beato Edoardo Rosaz, in autentico spirito evangelico, era quello di creare uno spazio educativo e responsabile in cui il calore umano e familiare, aiutasse le giovani in difficoltà di quell'epoca a crescere, a imparare un lavoro, a diventare capaci di assumersi le responsabilità inerenti la vita.


La sua casa era aperta a tutte le giovani che bussavano alla porta, qualsiasi fosse la loro provenienza e la loro fede. La sua carità era senza eccezione, universale, generosa, sollecita e capace di dare risposte urgenti a bisogni urgenti.


Per la realizzazione di quest'opera, nacquero le Suore Francescane Missionarie di Susa , "mamme" che potessero aiutare le giovani in difficoltà fuggite di casa, senza lavoro, spesso orfane e con famiglie disastrate.


Ancora oggi, con lo stesso spirito, in diversi modi, secondo le esigenze del tempo, le Religiose del Rosaz, insieme a Laici Professionisti ( Educatori Professionali, Oss) cercano di assolvere il compito educativo iniziato dal fondatore; non tanto beneficenza, ma progetti educativi di prossimità per prendersi cura dell'altro, per aiutarlo, educarlo, promuoverlo, aperti all'esigenze più profonde dello sviluppo integrale della persona.


"IL MANDORLO", oggi, è una casa mamma bambino, dove la fragilità trova accoglienza e amore, dove il dolore incontra ascolto, attenzione, per riprendere il cammino e insieme progettare una nuova strada di speranza.


Le S.F.M.di Susa come il loro fondatore assieme agli operatori coinvolti, continuano ad avere un'attenzione particolare e pronta alle necessità del territorio.

 

 

 

 

 

 

 

 

Brochure Il Mandorlo