VOLONTARIE

Amici del Rosaz

PRENDERE DA ASCOLTO CARITAS E AMBULATORIO

Volontarie

Volontarie

Volontarie

                                                                                             

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


La nostra Famiglia Religiosa si avvale ormai di un'esperienza di vari decenni nella collaborazione con il laicato. Il Volontariato Rosaz inizia da un piccolo seme: alla conclusione del Capitolo Generale del 1985, la Rev.da Madre Raffaella Gallo consegna alla dott.ssa Lina Colla Pesando le Fonti Francescane e il Crocifisso di San Damiano, quale segno di fraterna unione nel medesimo carisma caritativo lasciatoci dal Beato Edoardo Rosaz. Ora, lungo il tempo, questo seme si è esteso a molte persone che, operando nella Caritas parrocchiale formano una forza caritativa presso il Centro Beato Rosaz. Il coinvolgimento dei Volontari viene fatto attraverso le conoscenze e le amicizie di chi già opera nelle varie attività e viene attirato dal clima di serenità e di semplicità che si respira nei gruppi. Questa forma caritativa aiuta ognuno a scoprire il senso della propria vita, la gioia di potersi donare agli altri, di sentirsi utili a qualcuno. Si attua l'evangelizzazione attraverso la carità, in primo luogo su chi la esercita e di conseguenza su chi la riceve. Il mercoledì di ogni mese, una suora francescana con il parroco Don Ettore De Faveri curano la formazione spirituale dei Volontari. Le attività nelle quali svolgono la loro opera una sessantina tra Volontari e Volontarie sono:

TAVOLA AMICA

Inizia il 15 febbraio 1989 nei locali della Casa Hermil e continua ora, dal 20 novembre 1996 con una splendida sede nel Centro Beato Rosaz. Offre giornalmente, in media, una ventina di pasti caldi a persone di Susa e emigrati. In sintonia con l'insegnamento del Beato Padre che ci ricorda:
"La Carità verso il prossimo deve essere universale, senza eccezione: se però si desidera un'eccezione questa deve farsi a favore dei più poveri e miseri come indicò il Divin Salvatore col dire che la sua benedizione nel giorno del giudizio sarebbe stata donata a coloro che avrebbero avuto misericordia verso i poveri e tribolati, verso chi ha fame e sete, verso i più piccoli fra i suoi fratelli".

AMBULATORIO CARITAS

Nasce nel 1991 in Casa Madre dove una decina di infermiere professionali danno la propria disponibilità e competenza un'ora al giorno, a turno, per cinque giorni la settimana, per controllo della pressione, medicazioni, iniezioni.

LABORATORIO

Zormato da una trentina di signore che si ritrovano il mercoledì pomeriggio al Centro Beato Rosaz per confezionare vari manufatti all'uncinetto, ricamo, maglia, i quali vengono esposti due volte l'anno in un mercatino. I proventi sono devoluti a Tavola Amica e ad altre necessità della Caritas Parrocchiale.

CENTRO DI ASCOLTO CARITAS

Questa attività di volontariato viene svolta nei locali della Casa Madre, dove vengono ascoltate le persone in varie necessità e aiutate secondo le possibilità. I volontari si attivano in varie forme di aiuto: distribuiscono viveri ed indumenti, fanno da tramite con i vari Enti di Assistenza Comunali.
Ogni volontario e volontaria attraverso motivazioni di Fede e di generosità esprimono con il loro modo di essere e di operare il carisma del Beato Edoardo Rosaz che ha le sue radici e può essere riassunto colle parole di San Paolo: "FARMI TUTTO A TUTTI, PER PORTARE TUTTI A CRISTO!" (1Cor. 9,19)

 

VolontarieVolontarie